Togliete quel crocifisso dal muro !

Per la vecchia Europa questa globalizzazione non va, è troppo rapida e tutti si sono accorti che l’idea della globalizzazione non proviene dalla mente e dalla volontà dei cittadini. Per molti commentatori politici il marchio dispregiativo della definizione “populismo” colpisce tutto ciò che proviene dai cittadini senza l’intermediazione del politico.
Da quale mente e da quale volontà proviene? Chi ha lunga esperienza in politica e parla senza interessi particolari, raccomanda di seguire il filo che porta ai soldi. Chi fa guadagnare questa globalizzazione? Chi ha interesse a raddoppiare la popolazione europea innestando razze e culture profondamente diverse con ampi tratti di incompatibilità ? La risposta è abbastanza facile. Nessuna volontà umanitaria. In Italia è un businness, e le cooperative di accoglienza lo stanno sfruttando da anni con la complicità dei partiti che ne organizzano l’attività. Tanto sono soldi che vanno a gonfiare il debito pubblico e saranno problemi di figli e nipoti.. Il processo di Roma Capitale lo dimostra inequivocabilmente.Ma non basta questo primo guadagno. Ne abbiamo un secondo e un terzo. Il secondo guadagno è elettorale. L’idea è quella di regalare la nazionalità italiana . Se oggi in Italia per ottenere la cittadinanza va richiesta a 18 anni ,età alla quale spetta a tutti  già adesso senza ius soli, ma la percentuale di coloro che non ne sono interessati rimane alta. Lo IUS SOLI serve a creare questo automatismo che ha come effetto collaterale l’esercizio del voto. Chi ha interesse a far votare gli immigrati? Chi ha interesse a farli entrare senza alcun controllo, nemmeno sanitario.? Non i cittadinii certamente, ma è populismo e basta. L’interesse allo ius soli invece è solo di quelle forze politiche che ne agevolano l’ingresso .In tutta Europa sono i partiti di sinistra e infatti ne stanno pagando le conseguenze in tutta Europa. Ora la sinistra , dopo i risultati elettorali tedeschi , dovrà fare i conti con i populismi . In tutta Europa si registra un crollo verticale di consenso verso i partiti di sinistra . Ma non basta, c’è un terzo ulteriore guadagno . Ci sono altre Forze , sospinte da altri interessi economici rispetto a quelli delle cooperative e delle ambigue ONG che spingono verso la globalizzazione. E rispetto ai partiti di sinistra che vogliono mettere le mani sul voto degli immigrati. Quali sono queste altre Forze? Mentre i cittadini europei si sentono minacciati nel rispetto e nella difesa della propria storia, cultura e tradizioni, le multinazionali si fregano le mani al solo pensiero di avere il mercato europeo dei consumatori raddoppiato.Se gli immigrati a casa loro non sono in grado di comprare niente ( perchè è di questo che si tratta ) trasferiti in Europa lo diventano. Mentre i cittadini restano sbigottiti ad osservare l’atteggiamento permissivo verso l’immigrato che occupa case private o pubbliche che siano, oppure vedono la magistrature chiudere un occhio verso i reati compiuti IN iTALIA dagli immigrati, ci si è reso conto che sta quasi diventando predominante la cultura dell’accoglienza. Nella cultura dell’accoglienza non esistono più le razze, nonostante l’art. 3 della Costituzione italiana(  “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali ) . Inoltre  non esistono più i confini, nonostante le carte geografiche  . Gli stati sono diventati entità da abbattere, salvo poi venir a sapere che gli stessi paesi europei non si fidano tra di loro neanche per scambiarsi informazioni per la lotta al terrorismo. Si vorrebbe far credere che i gusti e le tradizioni gastronomiche si equivalgono . Si vorrebbe far credere che il suschi vale una bistecca alla fiorentina, e che un kebab vale un panino con la mortadella. Ma si sbagliano.E i risultati sono sotto gli occhi di tutti.E togliete quel crocifisso dal muro perchè offende la nostra religione! Capito?